Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

I Caraibi da Cagliari senza scalo

Partirà sabato a pieno carico dall’Aeroporto di Cagliari il charter voluto da Costa Crociere per portare circa 230 passeggeri sardi a Pointe-à-Pitre, in Guadalupa, senza effettuare scali intermedi.

 

Il volo diretto ai Caraibi e proveniente da Milano Malpensa, giungerà al ‘Mario Mameli’ con una quarantina di vacanzieri in transito e sarà operato con un Airbus 330-200 di Alitalia (269 posti totali tra Business Class ed Economy). Dopo aver scoperto le Antille, la Repubblica Dominicana e le Isole Vergini a bordo della loro nave, i turisti sardi rientreranno a Cagliari nella mattinata di domenica 26 gennaio con un altro charter, sempre senza scalo.


Si tratta di una prima assoluta per l’aeroporto cagliaritano che l’anno scorso ha accolto i crocieristi Costa in partenza su voli charter no-stop verso mete più vicine ma non meno ambite come Dubai, Heraklion e Sharm-el-Sheikh. Stavolta però la domanda dei passeggeri sardi, spesso costretti a lunghe attese negli hub nazionali ed europei, è stata forte al punto di giustificare l’attivazione di un collegamento intercontinentale direttamente da Cagliari. Nel 2014, dopo il volo per Guadalupa, a febbraio e marzo torneranno i charter ad hoc per Dubai seguiti da altri collegamenti diretti ancora in via di definizione.


Un buon inizio d’anno, dunque, all’Aeroporto di Cagliari che, dopo aver archiviato il 2013 con un segno più, si auspica a crescere ancora sia in termini di traffico passeggeri, che in termini di network collegamenti. Il tutto, naturalmente, senza trascurare la qualità dei servizi erogati presso lo scalo, ai quali si è da poco aggiunto anche il WiFi, per navigare su internet senza limiti di tempo né costi da ogni punto dell’aerostazione.

 

ck-in PTP