Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Stazione e aeroporto uniti dal treno

Ecco il testo del comunicato stampa dell’Assessorato Regionale ai Trasporti sulla delibera n° 13/1 del 30 marzo 2006 della Giunta Regionale su fondi CIPE: gli interventi nel settore Trasporti.


"La giunta Soru ha indicato in una delibera licenziata ieri l’elenco di interventi infrastrutturali finanziati con fondi Cipe, nell’ambito degli Accordi di programma quadro già sottoscritti o da stipulare. Le risorse messe a disposizione dell’isola ammontano a 288.108.000 euro. Di queste, 191.159.658 euro saranno destinati a una serie di opere e interventi nei settori della viabilità, mobilità, difesa del suolo, sviluppo locale, ambiente, beni culturali e istruzione.

Nel settore dei Trasporti gli interventi si orientano verso la razionalizzazione e il miglioramento della mobilità regionale dei passeggeri per mezzo dell’integrazione delle diverse modalità di trasporto, in coerenza con il potenziamento della dorsale ferroviaria: 10 milioni e 571 mila euro serviranno all’acquisto di tre nuovi treni; 500 mila euro verranno destinati al progetto della circonvallazione ferroviaria di Olbia.

Uno dei punti cardine della nuova strategia è la creazione di un sistema intermodale passeggeri con stazioni di scambio nei principali nodi ferroviari. In particolare, per la prima volta Sassari e Cagliari saranno collegate su ferro con gli aeroporti di Alghero-Fertilia ed Elmas ai fini dell’integrazione modale fra treno e aereo: sono disponibili 5 milioni e 799 mila euro per la realizzazione della fermata nell’aerostazione cagliaritana, mentre è stato finanziato con 750 mila euro lo studio di fattibilità e progettazione del collegamento tra Sassari e l’aeroporto di Fertilia sfruttando la linea a scartamento ridotto delle Ferrovie della Sardegna. Per la realizzazione dell’intervento occorreranno 30 milioni di euro da reperire in una prossima delibera: «Ci riusciremo», assicura l’assessore Sandro Broccia.

Di grande respiro è il piano che farà nascere i nuovi centri intermodali passeggeri (a Carbonia è già una realtà). Queste le risorse disponibili: per Oristano sono stati stanziati 4 milioni di euro. Un milione e 450 mila euro serviranno a costruire quello di Macomer. Per il centro intermodale di Nuoro saranno disponibili 2 milioni e 800 mila euro; un milione e mezzo per San Gavino – Sanluri; mezzo milione di euro per Iglesias, che va ad aggiungersi al milione già erogato.

Un occhio di riguardo sarà rivolto anche ai porti di interesse regionale, alla messa in sicurezza e al miglioramento delle loro capacità operative per il traffico passeggeri e merci, con una particolare attenzione alla viabilità di accesso.